Rieccoci come promesso con un nuovo post sulle novità della tanto attesa versione 5.17 (di tipo STS – per ulteriori informazioni e per le differenze con una Long Term Release, fate riferimento al seguente link sul portale My Nutanix -> https://portal.nutanix.com/page/documents/kbs/details/?targetId=kA00e000000LIi9CAG ).

Anche questa volta, Nutanix continua ad introdurre sul mercato dell’iperconvergenza nuove funzionalità dirompenti e con vantaggi immediati per i clienti che le utilizzeranno, il tutto alla portata di pochi click! Cominciamo a vedere le principali novità!

Supporto ai processori AMD

Con la 5.17, Nutanix supporta le CPU Epyc di AMD della famiglia 7002. La prima piattaforma hardware a supportare le CPU AMD è HPE ed il supporto è garantito per tutti gli hypervisor che supportiamo (AHV, VMware ed Hyper-v).

Foundation Central, ovvero come è semplice fare Foundation da remoto!

Nutanix amplia la semplicità di Foundation con l’introduzione di Foundation Central. Foundation Central, funzionalità di Prism Central, automatizza il processo di installazione di AOS su diversi siti, anche geograficamente dispersi, consentendo la gestione centralizzata di diverse istanze di Foundation senza la necessità di competenze specialistiche o conoscenza avanzata dell’ecosistema Nutanix. One click, Foundation multiple su diversi cluster!

Replica sincrona per il ns hypervisor AHV!

Grazie alla tanto attesa funzionalità di replica sincrona per AHV, Nutanix aggiunge un altro tassello al già ampio ventaglio delle soluzioni per la Data Protection. In pratica, se l’infrastruttura che supporta un’applicazione muore, sull’infrastruttura di destinazione è disponibile un mirror perfetto dei suoi dati per riavviare l’applicazione senza perdita di dati (RPO=0, RPO sta per Recovery Point Objective e sarebbe il quantitativo di dati, in minuti, che può essere perso). L’ RTO (Recovery Time Objective che è invece il tempo necessario per far ripartire un servizio applicativo) non è zero, poiché la VM deve essere riavviata sull’infrastruttura di destinazione e devono essere eseguiti controlli per verificare che le applicazioni siano in uno stato coerente. Ma possiamo aiutare ad accelerare anche questo processo grazie ai Recovery Plan: con questi è possibile definire l’ordine di avvio di più VM in più fasi e offriamo la possibilità di eseguire script in-guest durante il ripristino, ad esempio per eseguire i controlli multipli richiesti prima di avviare un’applicazione.

La Replica Sincrona per AHV è il primo tassello verso la Metro per AHV con RPO=0, RTO=0 e 0 Touch, che sarà composta dalle seguenti macro funzionalità:

  • Replica sincrona (RPO=0), con Failover manuale per situazioni “Unplanned” già disponibile oggi!!
  • Cross Cluster Live Migration, grazie alla quale, in accoppiata con la replica sincrona, consentirà agli utenti di spostare le macchine virtuali in modo trasparente da un Data Center ad un altro, senza alcuna interruzione. Ciò consentirà ai nostri clienti di garantire zero tempi di inattività delle applicazioni (RTO zero) durante le finestre di manutenzione pianificata (manutenzione dell’hardware o della rete, aggiornamento dell’infrastruttura del Data Center, ecc …).
  • Witness, grazie al quale sarà possibile automatizzare anche il recovery delle VM sul sito superstite (Unplanned Failover automatico – 0 Touch). In pratica il Witness verificherà se il sito Primario è up & running ed in caso negativo, le VM verranno fatte ripartire, secondo il Recovery Plan definito, sul sito secondario in maniera completamente automatizzata

Nuove funzionalità per Leap

Leap è il ns framework per l’orchestrazione del Disaster Recovery e con la 5.17 della Business Continuity (con AHV). Il motore di Leap viene utilizzato sia per le repliche tra due cluster on premises che tra un cluster on premises ed il ns servizio (gestito) DR su Cloud Nutanix Xi.

Per le repliche tra cluster on premises, la 5.17 introduce inoltre ulteriori novità tra cui:

  • la possibilità di usare un unico Prism Central per repliche asincrone con RPO >=1 ora
  • Nearsync fino a 15 min RPO tra due cluster AHV/ESXi o tra un cluster AHV on premises ed il servizio XI DRaaS
  • mantenimento degli IP statici delle VM a seguito di failover (su stessa Availability Zone o su AZ differente) e possibilità di lanciare script in guest durante la ripartenza delle VM (necessita la presenza dei NGT installati su ogni VM)

Nuove funzionalità in ambito replica

  • Interoperabilità tra Metro, Replica Asincrona e NearSync per repliche VMware
  • Nearsync con replica sino a 20 secondi di RPO per repliche VMware
  • Network Traffic Segmentation per il traffico DR con Protection Domain (AHV o ESXi)
  • Network Traffic Segmentation per il servizio DR con pianificazioni di repliche con Metro e Nearsync (AHV o ESXi)

Nuove funzionalità in ambito sicurezza

  • Secure Boot Support per AHV per nodi hw che supportano UEFI ed il Secure Boot di UEFI
  • Secure Boot Support per VM che supportano Secure Boot di UEFI
  • Utilizzo di Common Access Card per Prism Central

Altre funzionalità o nuovi supporti introdotti

  • Supporto di nodi All-NVMe
  • Supporto ad Hyper-V 2019
  • Upgrade di AHV via LCM
  • Upgrade di Files via LCM, tramite il File Server Module
  • Supporto per il Direct Attach di Volume Group nelle VM di un cluster (AHV only), utile per creare Microsoft Failover Cluster o Red Hat Cluster
  • Enhanced Data Resiliency Widget: dalla dashboard di Prism Element il nuovo Data Resiliency Widget offre maggiori informazioni ed in una maniera più chiara ed intuitiva

Vi rimando al seguente video sul canale italiano YouTube di Nutanix Italy, per maggiori info:

A voi la parola, Christian e Samuele!!

E ci risentiamo presto per le prossime novità del mondo Nutanix! Stay tuned!!


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *