Come molti di voi avranno avuto modo di sentire, Nutanix ha introdotto senza troppe esitazioni,  già nella release 5.9 di Prism Central una nuova soluzione chiamata Karbon (attualmente in Technical Preview). 

Ma cosa è Karbon? 

Molte aziende utilizzano Nutanix come soluzione iperconvergente sfruttando le sue caratteristiche di resilienza, semplicità e scalabilità. Notoriamente Nutanix si sposa bene con le più disparate e complesse applicazioni Enterprise e Business Critical, quindi perché non sfruttare questa efficiente infrastruttura come IaaS per evolvere verso la PaaS e CaaS? 

Di fatto, si era iniziato da tempo ad utilizzare questo paradigma, ovvero installare alcune delle più note distribuzioni Container e Kubernetes on-top a Nutanix introducendo, però, nuovamente il concetto di Silos, ormai sorpassato dalle infrastrutture tipicamente web-scale. 

Nutanix ha quindi deciso di mettere a disposizione una soluzione enterprise-ready chiamata Nutanix Karbon che offre un servizio Kubernetes semplice ed integrato nell’infrastruttura eliminando quindi le lunghe operazioni di provisioning che a volte risultano essere complesse, lunghe e farraginose (senza parlare delle successive operations e lifecycle management di Kubernetes stesso..). 

Karbon è qualcosa già presente nell’infrastruttura Nutanix.

Non ha bisogno di alcun tipo di installazione ed è certificata Kubernetes https://kubernetes.io/docs/setup/pick-right-solution/  ed inoltre risulta essere tra le piattaforme certificate dal CNCF https://www.cncf.io/certification/software-conformance/  insomma tutto è pronto all’uso.

url.png

La filosofia di Nutanix si riflette in Karbon. Semplicità nella creazione di un cluster Kubernetes, le successive operations integrate EFK Stack (Elastic, Fluentd e Kibana) e il lifecycle management del cluster K8S, permettono di avere una vita più semplice a coloro che si occupano di IT Operations e/o DevOps, fornendo rapidamente una infrastruttura Cloud-Native al proprio team di sviluppo. 

Ad oggi le funzionalità presenti sono le seguenti: 

  • Creazione guidata di Kubernetes su AOS Clusters
  • Networking integrato attraverso Flannel. (Flannel è un open source network solution appositamente creato per Kubernetes) 
  • Persistent Storage integrato con Nutanix Kubernetes External Provisioner Plugin (CSI Certified)
  • Logging a livello Cluster K8S integrato utilizzando EFK Stack (Elastic, Fluentd, Kibana). (Fluentd è un progetto in fase di sviluppo nel CNCF)
  • 100% Certificato Kubernetes e Docker

Molte ulteriori funzionalità verranno annunciate a breve quindi “restate in ascolto””…

Nutanix, Your Enterprise Cloud!

 

thanks to @dlink7 for video contribution

1 commento

E se fosse tutto semplice ed integrato? - virtualmaster.it · 28/02/2019 alle 19:07

[…] Un piccolo assaggio di come Nutanix possa facilitare le IT Operations e chi fa DevOps lo potete trovare qui: h […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *